Whole School: 05/04/2019 (Italiano)

Cari genitori,

In un batter d’occhio siamo giungendo verso l’ultimo trimestre dell’anno scolastico. Quest’anno avremo un lungo periodo di interruzione per le vacanze primaverili in quanto alcune festività nazionali cadono nel periodo pasquale. L’attività scolastica di aprile è quindi ridotta a quasi due settimane.

Al rientro il mese di Maggio sarà dedicato alle Arti espressive e diverse saranno le iniziative a riguardo. I ragazzi della secondary si immergeranno in un periodo impegnativo e inizieranno la preparazione verso gli esami. I ragazzi del grade 6 hanno già iniziato il percorso verso la loro exhibition che culminerà nell’ultima settimana di maggio.

Vi aspetto al prossimo coffee morning in programma per il 9 aprile.

Cordiali saluti e buon weekend,
E. Ferloni

Il valore educativo dello sport

A ISC educhiamo ad una cultura per lo Sport e i nostri Sport Days in programma per 10, 11 e 12 aprile, rispettivamente per le sezioni Early Years, Secondary e Primary, ne sono la loro celebrazione. Segnatevi queste date e venite a fare il tifo per i vostri figli.

Vorrei soffermami su alcuni aspetti educativi dello Sport che è a mio avviso più che mai fondamentale per una crescita sana e equilibrata.

Un elemento fondamentale dello sport è la cultura dell´impegno. Oggi c´è una tendenza a voler cancellare completamente la parola “sforzo” dalla nostra vita. Tutto dovrebbe essere “facile e subito”.
La cultura dello sport può rappresentare una valida alternativa alla non-cultura del “Voglio tutto e subito, senza sforzarmi”. Nello sport l´impegno è fondamentale. Si sperimenta lo spirito di sacrificio che può essere trasmesso anche nella vita quotidiana.

Un secondo aspetto educativo sta nella cultura dell´incontro con gli altri. Oggi, purtroppo le opportunità di giochi collettivi in cortile o all’aperto sembrano essere scomparsi. Il tempo libero viene utilizzato in modo sempre più solitario e individualista. Per molti ragazzi, il migliore amico è il computer e con lui non si impara ad agire con correttezza e ad affrontare l’avversario.
In un mondo spesso dominato dagli incontri virtuali, lo sport può aiutare a costruire una migliore cultura del rispetto e dell´amicizia.

Lo sport può avere la funzione educativa di abituare i ragazzi a rispettare regole e comportamenti precisi. In alcune situazioni del mondo di oggi sembra trionfare la libertà di fare tutto senza pensare troppo agli altri.
Lo sport, con le sue regole, può rappresentare una grande opportunità formativa per i giovani. Li può aiutare a costruire una sana cultura della convivenza e del rispetto degli altri, all´insegna di quella sana cultura del limite che dovrebbe essere alla base di ogni civiltà.

Purtroppo oggi lo sport può anche essere non del tutto sano e fonte di stress. Quando l’imperativo non è più partecipare, ma vincere ad ogni costo, si scatena la competizione e la pressione. Il mondo del calcio ci offre molti esempi. L’imparare a perdere e rialzarsi, ad arrivare ultimi con gioia, sapendo di aver giocato la partita in modo leale e rispettoso dell´avversario, ad essere comunque fieri e soddisfatti, sono grandi lezioni di vita. (Tratto da Polisportiva Aurora Fontanella)

L’importanza dello sport e di un sano stile di vita è un concetto molto importante nei programmi IB, al punto che costituisce uno dei temi delle Units of Inquiry nel PYP.

Niente ansia ma preparazione

Gli insegnanti di Italiano hanno presentato ai genitori le modalità di svolgimento degli esami di italiano, dall’idoneità della scuola media all’esame finale di terza media. La presentazione Power Point è stata salvata su Managebac. Ragazzi di Grade 11(MYP 5) sosterranno tra poco l’e-assessment, prove date e corrette direttamente dall’IB.

Per i nostri studenti e insegnanti è iniziato il percorso di preparazione. Perché sosteniamo gli esami a fine anno, sia esternamente che internamente?
Il saper sostenere un esame è certamente un’abilità che non è innata ma che si impara mettendosi alla prova, strada facendo. Comporta la messa in gioco di una serie di abilità che richiedono una certa maturazione e consapevolezza: il saper porsi obiettivi intermedi prima del grande traguardo, la gestione dell’ansia e delle emozioni, la capacità di comunicare al meglio le proprie idee, il saper interagire con professori rispondendo a quesiti o esprimendo punti di vista…
La scuola anche in questo caso è una palestra di vita e l’esame una delle tante prove.

I nostri studenti sono ben preparati dai nostri premurosi insegnanti che li sostengono emotivamente ma che altrettanto richiedono impegno e rigore.
Consiglio agli studenti di iniziare a preparare il loro percorso interdisciplinare e di seguire scrupolosamente le richieste degli insegnanti. Se c’è un momento di scoraggiamento o di timore, bisogna affrontarlo parlandone apertamente e chiedendo consigli. Si arriva preparati se si affrontano i possibili momenti di ansia durante il percorso di preparazione.
Ai genitori chiedo di sostenere i ragazzi in questi ultimi mesi si scuola, spronandoli ma anche incoraggiandoli. Mostrate loro la vostra fiducia, il vostro atteggiamento sereno deve sostenere la loro autostima. Tenete conto che alte aspettative mettono ansia, mentre manifestazioni di affettuoso incoraggiamento comunicano fiducia e sicurezza. Qualora serva, monitorate che il loro impegno sia serio e costante e spronateli perché diano il meglio.