Grade 7A – Individuals and Societies ITA

Esperienze di apprendimento virtuale

Elisa: Apprezzo molto l’apprendimento virtuale, perché riesco a concentrarmi maggiormente sul mio lavoro, dal momento che sono da sola in un luogo silenzioso.

Luella: Il lavoro online mi annoia un po’, devo stare seduta nello stesso posto fissando il mio computer tutto il giorno. Questo mi provoca mal di testa e bruciore agli occhi.

Madeleine: Mi piace lavorare con questo ritmo, è un’esperienza che di solito non si può fare in classe. È anche molto comodo lavorare in un posto che ti è familiare.

Andrea: Apprezzo molto l’apprendimento virtuale con le discipline umanistiche perché mi piace completare i documenti e fare kahoot alla fine della lezione. Mi manca vedere i miei amici e il mio solito banco,  mi manca la comodità di fare lezione guardando una lavagna e ovviamente mi manca l’insegnante.

Edoardo: Mi manca molto fare lezione in maniera tradizionale perché abbiamo la possibilità di collaborare con l’insegnante senza difficoltà tecniche.

Riccardo M: Penso che l’apprendimento virtuale ci aiuti a imparare più cose sulla tecnologia e ci renda indipendenti. Tuttavia, penso anche che abbiamo troppo lavoro che ci porta a stare seduti tutto il giorno di fronte al PC e che possa nuocere alla salute. In effetti a volte quando finisco di lavorare mi bruciano gli occhi, mi sento stanco e infastidito.

Leonardo: Sperimentare l’apprendimento virtuale è davvero divertente, anche se mi piacerebbe ridurre il tempo di visualizzazione poiché negli ultimi giorni ho avuto mal di testa a causa del troppo tempo al computer. Mi piace molto l’apprendimento virtuale perché posso fare molto lavoro da casa ed è più comodo, ma mi mancano tutti i miei amici e tutti i miei insegnanti che mi sono di grande aiuto. Infatti in classe potrei porre le mie domande in modo più diretto e quindi completare il mio lavoro più velocemente.

Lucrezia: Questa esperienza di apprendimento virtuale è una grande avventura, e come ogni grande avventura ha dei pregi e dei difetti.. Ad esempio, la considerevole quantità di compiti è molto stressante, tuttavia questa è stata un’esperienza che non tutti possono dire di aver avuto.

Jade: Penso che sia bello essere online, ci video chiamiamo e condividiamo tutto sullo schermo, l’unica cosa che non mi piace è che siamo sempre bloccati nelle nostre case davanti al nostro computer. Gli insegnanti ci aiutano allo stesso modo ma a volte mi stanco a causa del PC, quindi faccio una pausa.

Christian: È molto strano fare lezione virtualmente invece che a scuola, è interessante, ma se abbiamo bisogno di chiarimenti è necessario mandare una mail ogni volta e non è molto pratico.


Cosa ci manca della scuola?

Jade: Mi mancano le lezioni che facciamo insieme e il fatto che siano tenute da un insegnante che parla di persona. Preferisco l’apprendimento in classe.

Leonardo: Mi mancano tutti gli insegnanti e i miei amici che ora vedo solo su BlueJeans. Mi manca interfacciarmi di persona con gli insegnanti perché potrei fare loro delle domande direttamente mentre ora devo mandare un’e-mail per chiedere ulteriori spiegazioni.

Riccardo M.: Mi mancano i miei amici perché ora posso parlare solo virtualmente con loro, mi mancano gli insegnanti, mi manca camminare e fare attività fisica.

Elisa: Mi manca vedere i miei amici, perché con loro mi diverto tanto e mi mancano le valutazioni.

Madeleine: Mi manca stare con i miei amici di persona. Mi manca anche non avere problemi al computer mentre l’insegnante sta spiegando qualcosa perché c’è costantemente un problema tecnico che interrompe una dimostrazione o una spiegazione e talvolta impedisce di porre domande all’insegnante.

Luella: Mi manca vedere tutti e parlare faccia a faccia. Mi mancano soprattutto i miei amici. Mi manca anche uscire, usare i miei libri e non dover guardare uno schermo tutto il giorno.

Edoardo: Mi manca avere momenti di pausa con tutti i miei amici e fare i nostri giochi preferiti nel play ground.

Lucrezia: Quello che mi manca di più della scuola sono i compagni di classe, che sono accanto a te ogni volta che hai bisogno di qualcosa o hai bisogno di sostegno.

Christian: mi mancano i compagni di classe, il mio armadietto e giocare a calcio


Una vetrina sui nostri lavori che ci rendono orgogliosi

Andrea: Il lavoro di cui sono più orgoglioso è la mia poesia acrostica di geografia sull’eruzione.

THE VOLCANO’S ERUPTION

Explosion of heat
Radiates anger and frustration
Usually mortal
Pray for your life
T​oo late to escape
I​mpossible to survive
Only danger
N​ever come close to it

Elisa: Ciò di cui sono più orgogliosa è un’opera d’arte, perché riesco a finire ogni dipinto.

Madeleine: Il mio lavoro preferito è il diagramma del vulcano.

Luella: Il lavoro che sono orgogliosa di mostrare per le discipline umanistiche è il mio documento sui vulcani con i disegni fatti da me.

Riccardo M.: Sono orgoglioso del mio progetto di storia perché anche se io e il mio gruppo non siamo in grado di comunicare faccia a faccia, riusciamo a comunicare online e a creare il nostro progetto. Inoltre ci sto lavorando molto e sto scrivendo ulteriori informazioni.

Racism Poem by Riccardo M.  

Racism is
Abbomination
Cruel
Incredibily Uncivil
So please
Make it stop!!!

Edoardo: Sono orgoglioso del mio lavoro di storia perché ho davvero dato il massimo in quel documento su Google!

Leonardo: Il lavoro di cui sono più orgoglioso è semplice ma mi piace davvero “Non è quantità ma qualità”, è il lavoro di storia see-think-Wonder riguardo a 3 immagini di buddismo e induismo. Mi piace molto perché mi sono concentrato davvero e ho ottenuto un buon risultato.

Jade: I lavori di cui sono più orgogliosa sono lo spagnolo, la storia e il design perché ho fatto molti sforzi e penso di aver lavorato bene.

Lucrezia: Il lavoro di Humanities di cui sono maggiormente orgogliosa è “In cosa credono le persone” perché mi ha fatto riflettere in ciò in cui credo davvero.

Christian: il lavoro di cui sono orgoglioso è il testo della mia canzone in italiano


Il nostro tema: scienze umanistiche

Elisa: History  &  Geography

Lucrezia: What do people believe in

Edoardo+Elisa+Lucrezia: Gli arabi in Sicilia

Jade: Anglo saxon diary 


Di cosa siamo grati

Lucrezia: Sono grata che i miei genitori mi supportino ogni giorno, nonostante debbano lavorare, durante il loro tempo libero si dedicano. Sono grata di avere un insegnante pronto ad aiutarmi in qualsiasi momento.

Riccardo M.: Sono grato per aver insegnanti giudiziosi e che tengono agli studenti. Sono grato a mia madre perché aiuta mio fratello a fare i compiti, cucina e pulisce la casa e nonostante tutto ciò trova anche il tempo di lavorare e interagire con noi. Sono grato di frequentare questa scuola perché gli studenti sono simpatici e impariamo molto l’inglese. Sono grato per il materiale scolastico che ho perché mi aiuta a fare il mio lavoro. Sono grato di vivere in un bel paese che non è povero. Sono grato di avere una famiglia felice. Sono grato di avere un fratello premuroso. Sono grato ai miei amici perché sono speciali. Sono grato ai miei nonni perché sono davvero carini e preparano il cibo migliore.

Elisa: Sono grata al mondo e alle cose che mi dà, sono grata di tutte le cose che ho, sono grata a entrambi i miei genitori e ai miei amici, li adoro tutti!

Christian: Sono grato che i miei genitori mi aiutino a fare i compiti difficili che non riuscirei a fare da solo, mia madre mi ha aiutato a fare il lancio del giavellotto che non mi riusciva al meglio. Sono grato al mio insegnate e anche al mio cane che mi rallegra quando sono triste.

Jade: Sono grata che il nostro mondo abbia così tanta storia da cui possiamo imparare, sono felice di poter visitare posti incredibili in tutto il mondo. Sono grata che gli insegnanti si preoccupino del nostro apprendimento e ci aiutino a migliorare. Sono grata di avere una bella famiglia e amici che mi aiutano e mi rallegrano.

Madeleine: Sono grata che la scuola abbia chiuso prima che il coronavirus la colpisse e che tutti gli insegnanti e gli studenti. Sono anche grata che non restiamo indietro con le lezioni e rimaniamo sempre al passo con il programma.